Istruzioni:

Inserisci la parola da rimare e clicca sul bottone trova rima, il rimario genererà tutte le rime valide in italiano.

Parole in -
Parole in -
  • parola
  • parola
  • parola
  • parola
  • parola

Definizione di rima incrociata

Una rima incrociata si realizza mettendo in rima il primo verso col quarto ed il secondo verso col terzo. I versi di inizio e fine strofa rimano tra loro. così come i versi interni rimano tra loro. La rima incrociata è definita dallo schema metrico: ABBA CDDC.

Esempi di rima incrociata

Se pien d'alto disdegno e in me securo
Alteramente io parlo e penso e scrivo
Oltre l'etate e il vil tempo in ch'io vivo,
E piacer sozzo e vano onor non curo;
"Alla sua donna" di Alessandro Manzoni versi 1-4
Chi è questa che vèn, ch’on om la mira,
che fa tremar di claritate l’are
e mena seco Amor, sì che parlare
null’om non può, ma ciascun ne sospira?
Deo, che rasembra quando li occhi gira!
Dical Amor, ch’io nol savria contare:
cotanto d’umiltà donna mi pare,
ch’ogn altra ver’ di lei i’la chiam’ira.

Non si poria contar la sua piagenza:
ch’alle’ s’inchin’ogni gentil Vertute,
e la Beltate per sua dea la mostra.
Non fu sì alta già la mente nostra e non si pose ‘n noi tanta salute,
che propriamente n’aviàn conoscenza.
Guido Cavalcanti, esempio di sonetto in “Stil Novo”, Firenze, 1250 ca.
Guido, i’ vorrei che tu Lapo ed io
Fossimo presi per incantamento,
e messi in un vasel ch’ad ogni vento
per mare andasse al voler vostro e mio,
sì che per fortuna od altro tempo rio
non ci potesse dare impedimento,
anzi, vivendo sempre in un talento,
di stare insieme crescesse ‘l disio.
Dante Alighieri